Detrazioni ed Incentivi Fiscali

COMUNITA’ EUROPEA: DIRETTIVA CEE 2010/31/ue, PRESTAZIONE ENERGETICA EDILIZA

La direttiva europea del 19 maggio 2010 riprende la normativa in materia di rendimento energetico in edilizia.

Le principali novità del testo normativo riguardano:

  1. le modalità di calcolo della prestazione energetica degli edifici, ossia la quantità di energia necessaria per soddisfare il fabbisogno energetico invernale ed estivo di un immobile;
  2. Requisiti minimi prestazionali  in funzione dei costi;
  3. Requisiti minimi per componenti edilizi e sistemi tecnici utilizzati;
  4. Introduzione degli edifici a energia “quasi  zero”(nZeb);
  5. Piani nazionali per l’efficienza energetica;
  6. Obbligo dell’attestato energetico per annunci immobiliari;

Il recepimento della normativa, iniziato con il Decreto Legge 63/2013 convertito in Legge 90/13, viene completamente recipito con il DM 26/06/2015 (DM requisiti minimi)

Riferimento legislativo: Direttiva 2010/31/UE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO: D.M. 26/06/2015, APPLICAZIONE DELLE METODOLOGIE DI CALCOLO DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE E DELLE PRESCRIZIONI E DEI REQUISITI MINIMI DEGLI EDIFICI

Con la pubblicazione dei nuovi decreti DM 26/06/2015 si chiude il recepimento della Direttiva CEE 31/2010/UE, iniziata con il D.L. 63/2013 convertito in Legge 90/13.
Tali decreti  definiscono le nuove modalità di calcolo delle prestazioni energetiche, i nuovi requisiti minimi di efficienza per i nuovi edifici e quelli sottoposti a ristrutturazione, le linee guida per la certificazione energetica e il format riguardante la stesura relazione tecnica da parte dei tecnici abilitati.
Il D.M. 26/06/2015 si suddivide in tre grandi decreti distinti:
– Applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi degli edifici;
– Schemi e modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto ai fini dell’applicazione delle prescrizioni e dei requisiti minimi di prestazione energetica negli edifici;
– Adeguamento del decreto del Ministro dello sviluppo economico, 26 giugno 2009 – Linee guida nazionali sulla certificazione energetica degli edifici;

Riferimento legislativo: D.M. 26/06/2015 – Requisiti minimi

  1.  Testo della normativa;
  2.  Allegato 1  – Criteri generali  e requisiti delle prestazioni energetiche degli edifici;
  3.  Allegato 2 – Norme tecniche di riferimento per il calcolo della prestazione energetica degli edifici;
  4.  Appendice A – Descrizione dell’edificio di riferimento e parametri di verifica;
  5.  Appendice B – Requisiti specifici per gli edifici esistenti soggetti a riqualificazione energetica;

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO: D.Lgs. 03/03/2011, PROMOZIONE DELL’USO DELL’ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI

Il Decreto Legislativo 3 marzo 2011, n. 28 – “Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE”.

atta la direttiva 2009/28/CE  pianificando le strategie da adottare per raggiungere gli obbiettivi fissati in materia di energia da fonti rinnovabili per il decennio corrente.

Riferimento legislativo: D.Lgs. 03/03/2011 – Rinnovabili

  1.  Testo della normativa;

REGIONE LOMBARDIA: DECRETO 18546/2019, TESTO UNICO SULL’EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

Con il decreto n. 18546 del 18 dicembre 2019 la regione Lombardia definisce il nuovo testo unico sull’efficienza energetica degli edifici a sostituzione del D.lgs 2456/2017.

Confrontando nuovo decreto con il D.lgs precedente si riscontrano novità inerenti a:

  1. Ponti termici tra pareti e serramenti
  2. Installazione di impianti solari e foitovoltaici su altri edifici per la copertura dei requisiti FE

A seguire i punti e le modifiche introdotte con il nuovo decreto:

• Allegato

  1. Modifiche: punto 3.4 – lettera g); punto 5.6, punto 6.14 lettera c) punto iii, punto 8.9, punto 12.12, punto 12.14, punto 17.2 lettera a), punto 17.4;
  2. Nuovi punti: 6.17, 6.18, 6.19, 6.20, 6.21, 10.2, 12.15, 12.16, 12.17, 12.18, 12.19

• Allegato B:

  1. Modifiche: punto 3.1 al punto 5;

• Allegato C:

  1. Modifiche: punto 4 impianti FER;

• Allegato H:

  1. Modifiche: 1.4 e 5.2, aggiunto J.3.
Riferimento legislativo:
DGR 18546 2019

REGIONE LOMBARDIA:DGR 08/03/2017 N° 2456, DECRETO DIRIGENTE UNITÀ ORGANIZZATIVA REGIONALE LOMBARDIA

Aggiornamento delle disposizioni in merito alla disciplina per l’efficienza energetica degli edifici e al relativo attestato di prestazione energetica con modifica ed integrazione del Decreto n°176/2017.

Le maggiori novità riguardano:

  • Calcolo del H’t nel caso di ristrutturazioni importanti di 2° livello ( nello specifico, analisi dei casi in cui parti vetrate e parti opache appartengono a soggetti giuridici diversi)
  • Chiarimenti in merito alla verifica del fattore di trasmissione delle parti vetrate
Riferimento legislativo: DGR 2456 2017
  1.  Testo della normativa
  2.  Allegato 1
  3.  Allegato A
  4.  Allegato B
  5.  Allegato C
  6.  Allegato D
  7.  Allegato E
  8.  Allegato F
  9.  Allegato G
  10.  Allegato H

REGIONE LOMBARDIA:DGR 12/01/2017 N° 176, DECRETO DIRIGENTE UNITÀ ORGANIZZATIVA REGIONALE LOMBARDIA

Aggiornamento delle disposizioni in merito alla disciplina per l’efficienza energetica degli edifici e al relativo attestato di prestazione energetica, in sostituzione delle disposizioni approvate con i decreti n° 6480/2015 e n° 224/201.

Sulla base dei principi fondamentali introdotti dalla Direttiva europea 2010/32/EU, il D.Lgs.176/2017 introiduce nuov disposizioni in merito ai temi attinenti alla riqualificazione energetica degli edifici.

Vengono definiti all’interno del decreto legislativo:

  • Requisiti minimi di prestazione energetica per le diverse tipologie d’intevrento
  • Metodologia di calcolo
  • requisiti per i professionisti abilitati
Riferimento legislativo: DGR 176 2017
  1.  Testo della normativa
  2.  Allegato 1
  3.  Allegato A
  4.  Allegato B
  5.  Allegato C
  6.  Allegato D
  7.  Allegato E
  8.  Allegato F
  9.  Allegato G
  10.  Allegato H

REGIONE LOMBARDIA:Decreto dirigente unità organizzativa, 30 luglio 2015 – 6480

Il DGR n. 6480 del 30 luglio 2015 completa l’attuamento del  DGR n. 3868 del 17 luglio 2015, allo scopo di repisce i Decreti interministeriali del 26 giugno 2015 relativi ai requisiti minimi in materia di efficienza energetica degli edifici.

Il testo unico definisce:

  • applicazione dei requisiti minimi di prestazione energetica per le diverse tipologie di intervento sugli edifici e sugli impianti
  • il metodo di calcolo
  • i requisiti dei professionisti abilitati alla certificazione energetica
Riferimento legislativo: DGR 6480 2015
  1.  Testo della normativa
  2.  Allegato 1
  3.  Allegato A
  4.  Allegato B
  5.  Allegato C
  6.  Allegato D
  7.  Allegato E
  8.  Allegato F
  9.  Allegato G
  10.  Allegato H